Shamba Onlus Nessun commento

Nigeria: Inserimento lavorativo ex ragazzi di strada

Molti bambini e giovani vivono al di fuori del contesto famigliare, per strada, in ripari di fortuna, in molte città nigeriane; questi giovani sono malnutriti, in condizioni igieniche pessime, a rischio di contrarre malattie di ogni genere e facile preda della malavita. I salesiani di Don Bosco, nella città di Ibadan, hanno iniziato un’attività di coinvolgimento di alcuni di questi ragazzi di strada nel loro programma di recupero residenziale presso una Casa di accoglienza, dove tali giovani trascorrono un periodo di alcuni mesi, alla fine del quale i più piccoli vengono reinseriti nelle famiglie di origine o presso nuclei famigliari che se ne prendono la responsabilità, mentre i più grandi vengono indirizzati ad un periodo di apprendistato lavorativo.

  • Viste le finalità della nostra Associazione, ci inseriamo a questo punto dell’attività per contribuire all’inserimento lavorativo di alcuni di questi ragazzi presso artigiani locali (barbieri, sarti, muratori o falegnami, a seconda della disponibilità), attraverso il finanziamento di un periodo di apprendistato di 6 mesi sotto la guida di formatori al lavoro: si tratta sostanzialmente di “borse lavoro”. Il responsabile in loco è il salesiano Paolo Vaschetto, il budget impiegato è ad oggi – febbraio 2018 – di 1000 euro.
  • Tra i tanti ragazzi salvati dalla strada ci è poi stato segnalato in particolare il caso di Isaac Ojo, a cui è venuta a mancare la madre in tenera età e che è stato poi abbandonato dal padre; finito sulla strada, è stato coinvolto dai Salesiani nella loro attività di reinserimento scolastico ed è stato inoltre accolto per un periodo in una famiglia “affidataria”. Il ragazzo ha dimostrato buone capacità di adattamento, apprendimento e grande volontà di recupero. Ad oggi frequenta il corso per saldatori dell’Istituto salesiano di Akure e necessita di assistenza economica per proseguire nel suo percorso formativo. Viste le finalità della nostra Associazione e in ricordo del nostro associato, Piergiorgio Bertola, ex insegnante venuto prematuramente ed improvvisamente a mancare, in accordo con sua moglie abbiamo deciso di supportare questo ragazzo con una borsa di studio. Il responsabile in loco è sempre il salesiano Paolo Vaschetto e il budget impiegato è di 400 euro, così suddivisi:
Rette scolastiche (secondo e terzo trimestre) 150 euro
Esami di fine anno 70 euro
Spese personali (cibo, cherosene per cucinare) per 8 mesi 150 euro
Trasporto 30 euro
Totale 400 euro
Shamba Onlus Nessun commento

Tanzania: Progetti famigliari e microcredito

Sr. Luisella Benzoni, missionaria a Manda (Tanzania), alla domanda su come potevamo aiutarla concretamente nel suo lavoro, ha risposto: “Si potrebbero aiutare piu’ famiglie bisognose con dei piccoli progetti ad hoc.

Ad esempio nella nostra zona, isolata e prettamente agricola, ci sono delle persone anziane che non possono zappare e non hanno i soldi per pagare l’uso dei buoi, che appartengono a dei privati: con una piccola somma di denaro potrebbero avere il loro campo coltivato e cosi’ avere il raccolto per il cibo. Ci sono poi tanti bambini che non possono permettersi la retta della scuola e molte donne che stentano a mantenere la famiglia, a cui si potrebbero concedere dei microcrediti o anche eventualmente crediti un pò più cospicui se hanno un progetto realizzabile di un’attività economica da intraprendere.”

L’idea ci è sembrata buona e per ora abbiamo stanziato per questi microprogetti la somma di 2000 euro.

Ad oggi, 29 febbraio 2016, abbiamo ricevuto una lettera scritta a mano da sr. Luisella che ci comunica che il nostro contributo le è arrivato, ci ringrazia molto e ci assicura che tutto sarà usato nel migliore dei modi. Ci ricorda che nella sua zona non c’è collegamento Internet e quindi non è possibile comunicare via email se non quando si reca nella cittadina più grande. Ci informa che l’anno 2015 è stato un disastro per i contadini, perchè a causa del caldo e del sole troppo forte il raccolto, soprattutto di mais, è andato quasi totalmente perduto.

susancaroline                       luciana

foto-manda foto-manda056 foto-manda

Qui di seguito potete leggere la lettera di sr. Luisella (scritta nel periodo di Pasqua 2017) con il resoconto di come sono stati utilizzati i fondi che le abbiamo mandato:

lettera srLuisella

Aggiornamento febbraio 2018: abbiamo mandato a sr. Luisella un nuovo contributo di euro 1250 che ha già usato in parte per sostenere famiglie di agricoltori in difficoltà; la missionaria avrebbe poi idea di utilizzare il resto della cifra per acquistare macchine da cucire per ragazze che hanno seguito un corso di cucito e che ora sarebbero disponibili ad intraprendere un’attività di sartoria in proprio.

Qui di seguito trovate un articolo scritto da sr. Luisella sulle sue attività a Manda:

sr_luisella_brughiera_1    sr_luisella_brughiera_2

admin Nessun commento

Kenya: “Chickens – School Shamba”

Se passate al Murang’a College Primary School, scuola primaria pubblica di Makuyu (Kenya) con circa 600 studenti, potreste incontrare Peter, il ragazzo che si occupa dell’allevamento, che vi aggiorna sull’andamento dell’attività. Per i particolari e le finalità leggi il progetto completo.

Progetto scolastico allevamento polli e conigli

impegno Lucy chicksproject

Lucy (vestita di bianco) e i suoi colleghi che seguono il progetto – Settembre 2015

Foto della ricevuta del deposito della somma per il progetto, presso la Equity Bank of Kenya – 7 settembre 2015

I soci Elio e Caterina il giorno 3 gennaio 2016 sono andati a far visita a Lucy Waweru (foto sotto), che li ha accompagnati nella sua scuola dove hanno potuto visitare il pollaio quasi ultimato e hanno potuto ragionare insieme sull’opportunità di prendere polli e non pulcini, perché troppo delicati. Pochi giorni dopo è stato assunto Peter, il ragazzo che si occuperà dell’allevamento degli animali, e che, in attesa degli stessi, si è dato da fare a ripulire l’area infestata dalle erbacce e a costruire i nidi per deporre le uova. Riponiamo grandi speranze in lui : )

7 aprile 2016: sono finalmente arrivati i pulcini (300!!) e si comincia con l’allevamento.

Estate 2016: le galline ovaiole sono cresciute, mangiano molto (ogni settimana 3 sacchi di mangime da 70 kg l’uno) e vengono curate da Peter e dal veterinario locale, che è la prima volta che si trova a seguire un allevamento così grande. Da agosto le galline hanno iniziato a deporre le uova: queste vengono vendute iniziando così ad abbassare le spese per il mangime, in vista di un guadagno da impiegare per le tasse scolastiche degli studenti più bisognosi che si iscrivono alla scuola superiore.

Per formare poi nuovi futuri allevatori informati e con spirito di iniziativa, gli studenti della scuola vengono coinvolti in tutte le fasi più interessanti dell’allevamento: l’alimentazione, la pulizia, l’igiene, le cure (vaccinazioni, sverminazione…), il controllo delle spese e dei ricavi.

13906968_1130775516980179_3474958636914929168_n 13925237_309755446037865_7063386013898243039_n 13895059_1130773173647080_2463998782186180543_n 13876577_1130771206980610_7443171660768791577_n 13668979_294206554259421_3541184837048995594_n 13627248_294206424259434_3580364477898870543_n 13592800_289646788048731_7808855548958915096_n 13900351_305947153085361_304235540086548638_n 13895535_305947826418627_1837088929325726935_n

Video: Il nostro Pollaio

Settembre 2016: finalmente le uova da vendere, ma prima ancora da…assaggiare tutti insieme!

14469635_334778776868865_7543611694140786618_n 14470537_334779923535417_5919206645894748660_n 14462868_334780313535378_2974684705446313575_n 14720439_340736319606444_6229297186197512420_n 14542575_340736629606413_6460104916632571264_o 14691947_340735942939815_72973543717647268_o 14713620_340735426273200_664086672911250353_n

Foto e report di febbraio 2017:

  • le galline sono 292
  • si sono aggiunti all’allevamento 4 conigli, donati dal vicepreside
  • è stato creato un orto “diffuso” in ogni angolo del cortile non usato dai 600 studenti per giocare: le verdure servono per il pranzo dei ragazzi. Vengono coltivati spinaci, sukumawiki (letteralmente “tira avanti la settimana”, una verdura a foglia larga simile alle nostre costine) e mchicha (una verdura verde tradizionale molto nutriente)
  • gli escrementi delle galline vengono usati per concimare l’orto
  • nel mese di dicembre la produzione di uova è calata e si è dovuto attingere ai risparmi per corrispondere lo stipendio a Peter; una visita del veterinario ha migliorato la situazione
  • ad oggi in media la produzione è di 180 uova al giorno, in parte vendute alla popolazione residente in zona e in parte scambiate con il mangime.

16864861_409617716051637_4192480188872959470_n 16681473_409617732718302_4038757462437227661_n16830900_409617589384983_5859458674735769661_n16864740_409617602718315_2247109496358633886_n16830733_409617676051641_6443286825622615871_n16830995_1329355447122184_1565485818936068635_n

16681631_1329448577112871_3911438181986466093_n 16831153_1329349483789447_7284925321422674296_n 16831964_1329342407123488_5327178656061368929_n 16832086_1329344340456628_1427008055006745021_n16864549_1329367363787659_6907097234043909983_n 16864133_1329343430456719_2838505459556020508_n 16832369_1329368147120914_7246987831885866455_n 16864324_1329340710456991_4281329469499168982_n 16864471_1329369220454140_7059045303060446650_n 16830758_1329348670456195_5901765607262567114_n16864080_1329344157123313_7272412388070622643_n

Aggiornamento febbraio 2018:

  • Purtroppo le galline del pollaio sono state colpite dal fenomeno del cannibalismo, che purtroppo ogni tanto si presenta tra gli animali. Le galline sono state così in parte vendute e in parte macellate e date da mangiare agli studenti della scuola, che hanno apprezzato molto il pasto.
  • Ad oggi quindi l’attività è concentrata sull’orto, in particolare manghi – visto il periodo di siccità – e sull’allevamento di conigli. I fondi non ancora utilizzati, 52.000 scellini (circa 450 euro) custoditi in banca, sono in attesa di essere utilizzati per qualche necessità o attività utile individuata dagli insegnanti della scuola.
  • Il giovane Peter, che si occupava delle galline, per fortuna lavora ancora presso la scuola: è stato assunto come guardiano, provata la sua onestà e laboriosità, e visto che il vecchio guardiano è andato in pensione.

18342349_446307135716028_7766451597889766610_n 18403560_446307289049346_6181286089652776841_n 18301109_446197065727035_1978203035226343089_n